Il GDR play by chat

Storie di Esperia si configura come un Gioco di Ruolo online Play by chat.

Ma di cosa stiamo parlando? Andiamo ad analizzare i singoli termini: Gioco di Ruolo (o GdR), ovvero un’attività ludica virtuale (online) in cui il giocatore interpreta un personaggio da lui ideato, sulla base della documentazione di gioco (ambientazione, storia, razze di gioco), ed interagisce con altri giocatori/personaggi ed i Narratori attraverso l’azione dello scrivere, descrivendo le sue azioni, il suo aspetto ed il dialogo nelle chat di gioco (Play by chat). Le azioni dei personaggi ed il loro scambio dialettico, rispettando una serie di regole di base, influenzano il mondo di gioco, totalmente inventato, dove avvengono stimolanti eventi fittizi di vario genere.

Perchè giocare ad un Gdr play by chat? 

E’ un po’ come leggere un libro: è come immaginare e vivere altre vite, entrando nella pelle di un alter ego da voi minuziosamente delineato in base ai vostri desideri ed aspirazioni. Non vi resta che lasciarvi trasportare dal mondo di gioco e dalle sue potenzialità e...non abbiate timore di dar libero sfogo alla vostra fantasia! Se poi amate scrivere ed il genere fantasy, questo è di certo il posto che fa per voi.

 

Vita reale e vita virtuale

E’ fondamentale fare un distinguo da tenere bene a mente quando si muovono i primi passi in questa stimolante tipologia di attività ludica. Quando si gioca ad un GdR play by chat è molto facile empatizzare con i propri personaggi e con le loro vicissitudini tanto da arrivare a lasciarsi trasportare emotivamente da questi. Ma i nostri personaggi NON siamo noi, e quello che accade nel gioco resta nel gioco: è importante non trasporre nel mondo reale quello che si prova nel virtuale (e viceversa) e che potrebbe inficiare la serenità e sportività della comunità di gioco. 

Così come è importante distinguere quello che conosci tu-giocatore (conoscenze pregresse legate al mondo reale, voci di corridoio, lettura di sessioni di gioco altrui) da quello che sa il tuo personaggio, per evitare di cadere nella scorretta pratica del Metagame.

Cos’è tecnicamente il METAGAME? L’utilizzo di informazioni OFFgame (tutto ciò che è fuori, nella vita reale) reperite dal giocatore non attraverso il gioco diretto del proprio personaggio per averne vantaggi nell’ONgame (il mondo di gioco, la vita del proprio personaggio). Assolutamente sbagliato.

 

Esempio pratico di Metagame:

-Olena è una nobildonna Nimaidiana che ostenta platealmente la propria ricchezza ed i propri affari. Fetch è un mercenario ingaggiato da un nobile rivale di Olena, Rivèn. 

-Luca, il burattinaio di Olena, legge una sessione di gioco in cui i personaggi Fetch e Rivèn si accordano per assaltare la dimora di Olena ed assassinarla, fingendo che sia un semplice tentativo di furto. 

-Luca utilizza questa informazione carpita in maniera OFFgame per approntare delle difese ingiustificate o prevenire il tentativo di omicidio della sua Olena, compromettendo completamente il gioco altrui.

 

Ricapitolando: il personaggio deve agire esclusivamente in base a ciò che impara attraverso le sessioni di gioco, le informazioni fornite attraverso i canali ONgame del gioco (bacheca, eventi, missive ONgame) e le conoscenze pregresse eventualmente stabilite con lo Staff!    

 

Un viaggio nel mondo di gioco

Una volta compresa l’entità dell’avventura in cui stiamo per immergerci, è importante dedicarsi ad una lettura dell’ambientazione di Esperia, della storia pregressa e delle razze giocanti per lasciarci trascinare e coinvolgere totalmente nel mondo di gioco. Questo momento di “studio” ci permetterà di veder nascere, nella nostra mentre, la prima scintilla che darà vita al nostro personaggio. Creare un personaggio precostruito senza aver preso dimestichezza con il mondo di gioco e la sua storia non consente di vivere a pieno l’esperienza ludica e può creare confusione anche nell’interazione con i giocatori con cui ci si viene ad approcciare.

 

Un esempio pratico: 

-Marcello, preso dalla voglia di giocare, crea il suo personaggio senza soffermarsi a leggere l’ambientazione ed i dettagli delle razze giocanti e sceglie come razza il vampiro, chiamandolo Jack White (nome anacronistico, fuori contesto!).

-Inizia subito a giocare, senza attenersi alle indicazioni di razza (anonimato e segretezza, descrizione dei carattere tipici del vampiro e dei relativi malus) e recita citazioni in inglese o in latino oppure presi da testi religiosi. 

-Jack White si ritrova a dover partecipare ad una quest e, in caso di combattimento o particolari interazioni, non ha idea di quali siano gli eventuali vantaggi della razza vampiro e le relative limitazioni, dando vita ad un gioco approssimato, incompleto e fuorviante nei confronti degli altri giocatori che si sono attenuti alla propria razza.

 

Riassumendo: non abbiate fretta di creare il vostro personaggio se siete davvero intenzionati ad immergervi con passione nell’esperienza di gioco. Prendetevi un po’ di tempo per leggere la documentazione del gioco e lasciarvi trascinare da Esperia! Si può sempre approfondire, l’importante è avere un’idea piuttosto precisa del mondo di gioco e delle sue dinamiche. Scegliete nomi che siano in linea con l’ambientazione fantasy e, perchè no, le citazioni sono bene accette (ma non in lingue che non siano l’italiano o terminologie particolari delle lingue di gioco) purchè da voi rielaborate con fantasia e aderenza all’ambientazione.  

Come nasce un personaggio

Ciò che abbiamo detto nel paragrafo precedente vale anche in questo caso ma c’è da aggiungere un ingrediente particolare alla ricetta: la fantasia. Ebbene, la lettura della documentazione di gioco e delle razze giocabili è indubbiamente un elemento imprescindibile ma per creare il vostro personaggio ci vuole una buona dose di inventiva e la capacità di plasmare un alter ego sulla base del proprio sentito, delle proprie aspirazioni ma anche trasgressioni. Il nostro personaggio non deve necessariamente rispecchiarsi in ciò che siamo ma abbiamo la possibilità di interpretare anche soggetti molto diversi da noi, con tratti caratteriali che ci affascinano o ci inquietano, perché no. Forse è proprio questo il bello del GdR: entrate nella pelle e nella testa di uno o più alter ego, immaginare come lui, riflettere come lui, vivere come lui, interagire con gli altri come pensi potrebbe farebbe lui in base ai caratteri che hai scelto per delinearlo. E’ un po’ come fare l’attore!

Stesso discorso vale per l’aspetto fisico. Possiamo ispirarci ad un attore, un’attrice o ad una illustrazione, scegliendo l’avatar o prestavolto che più ci piace e che troviamo in linea con i tratti caratteriali e la provenienza del nostro personaggio. 

La scelta del nome non deve essere anacronistica, ovvero fuori tempo e contesto, bensì deve rispecchiare il genere del gioco e la provenienza e la razza del proprio personaggio.

Discorso analogo per la descrizione dell’abbigliamento e dei propri averi: se il personaggio è un cittadino semplice, con un basso reddito, non ha senso che si descriva abbigliato di sete e broccati, con tiare d’oro e diamanti ed un castello ad attenderlo, a meno che non vi siano specifiche situazioni concordate con i Narratori. Ciò non deve essere visto come una limitazione, anzi, l’esatto contrario: il fatto di partire dalla base, da una vita semplice o ricca di difficoltà, ci permette di far vivere al personaggio un percorso di crescita e conquista che faccia risultare il gioco più interessante e meno scontato. Partire, infatti, avendo già a disposizione ogni cosa rende tutto molto meno entusiasmante.

 

 

 

 

 

 

Esempio pratico corretto (molto semplificato):

-Skade è una conciatrice di Tarnham e guadagna 20 calgari al giorno: vive in una capanna di legno e argilla, indossa abiti di pelli e lana grezza, ha modi ed un linguaggio alquanto schietti, ama tirar con l’arco nei suoi momenti liberi. Il nome scelto può rispecchiare la provenienza di Skade, ovvero il Dominio di Tarnham, e la sua abitazione ed abbigliamento sono perfettamente in linea con la sua modesta ricchezza. 

-Reyla è una baronessa di Terah, una ex mercante che ha accumulato grandi somme attraverso oculate strategie commerciali e si è guadagnata, in gioco, il favore della Duchessa di Terah che le ha concesso il titolo ed una proprietà. Reyla passeggia per la città con un pomposo abito di velluto ed una preziosa collana di zaffiri, mentre una schiera di paggi e dame di compagnia l’accompagnano nella sua passeggiata pomeridiana prima di rientrare nel suo capsa (villa) tra i vigneti di Terah. Il nome scelto, la sua descrizione ed i privilegi descritti dalla giocatrice di Reyla rispecchiano il vissuto ONgame ed il contesto del gioco. 

   

Esempio pratico errato (molto semplificato):

-Henry Stronheart, di estrazione popolare, è un adepto del Sinodo della Redenzione, percepisce una paga di 20 calgari ed il suo ruolo di gilda gli impone di trascorre gran parte della giornata a studiare la dottrina della Redenzione e compiere servizi semplici per l’ordine. Ma Henry si descrive con una tunica ornata d’oro, si rivolge ad altri personaggi come se fosse un alto membro della corporazione e descrive come alloggio una sontuosa casa in Piazza dei Venti, a Nimaida, invece di un semplice alloggio per adepti del Sinodo. 

Errori: il nome è anacronistico, la sua paga giornaliera non rispecchia l’opulenza da lui descritta (a meno che non vi siano motivazioni concordate con lo Staff) ed il suo atteggiamento è fuori contesto (a meno che ciò non è in linea con un carattere arrogante o visionario appositamente scelto dal giocatore ma che avrà ovviamente conseguenze nell’ONgame).   

      

I personaggi non giocanti (PNG)

I giocatori avranno modo di incontrare personaggi mossi direttamente dai Narratori che prendono il nome di Personaggi non giocanti (PNG) in quanto utilizzati per mera utilità di gioco ed in situazione particolari come quest o qualora i giocatori richiedano di giocare con loro per acquisire informazioni o adempiere a qualche compito. 

Per rispettare il principio di trasparenza della land, sulla scheda dei PNG sarà specificato il loro status di PNG e quale Narratore (o Narratori) ne è il referente. Qualora il giocatore volesse interagire con questa tipologia di personaggi, può contattare direttamente il Narratore di riferimento oppure attraverso modalità indirette quali annunci ONgame in bacheca “Annunci”. 

 

La chat e le interazioni

Il cuore del GdR play by chat è proprio la chat di gioco, dove la chat è un luogo fisico dell’ambientazione in cui i personaggi vivono le loro vicende. E’ qui che avvengono le interazioni tra i personaggi, attraverso giocate libere o Quest. 

Ogni singola azione in chat, purché superi un numero prestabilito di 60 parole, attribuisce 5 punti esperienza che il giocatore può spendere per acquistare abilità.  

La chat di gioco possiede le seguenti sezioni:

-Un’immagine esemplificativa del luogo

-La descrizione del luogo

-Uno spazio in cui compaiono le azioni scritte dai personaggi, i tiri di dadi, abilità, magie, scambi di oggetti, stringhe dei Narratori

-La sezione in cui è possibile digitare l’azione, con la possibilità di allargare il riquadro estendendolo dall’angolo inferiore destro oppure il tasto accanto con il simbolo di un quadrato che si espande e contrae

-Il tasto INVIA per far comparire l’azione in chat. Attenzione: una volta inviata l’azione non sarà possibile modificarla in alcun modo!

-Il tasto SALVA per salvare la giocata in formato Pdf e poterla, così, conservare

-Il tasto che rappresenta un dado permette di scegliere quale tipo di dado tirare (6-10-12-100)

-Il tasto OGGETTO apre un pop up dal quale è possibile selezionare un oggetto, in possesso del personaggio, che si vuole utilizzare durante la giocata o scambiare con un altro giocatore presente in quella stessa chat

-Il tasto MAGIA apre un pop up che permette di selezionare e tirare la magia, tra quelle già imparate dal personaggio, che si vuole utilizzare durante la giocata

-Il tasto ABILITA’ apre un pop up dal quale si possono tirare le abilità che rientrano tra quelle già apprese dal personaggio

-Il tasto che presenta il simbolo delle labbra, invece, permette di scegliere la lingua in cui far parlare il proprio personaggio, ti mostra chi sono i giocatori presenti in chat e permette di selezionare la persona a cui inviare un Sussurro, ovvero un messaggio  direttamente in chat ma visibile esclusivamente a voi e al destinatario

-Il TAG, ovvero lo spazio in cui inserire la locazione precisa del personaggio in quella chat (ad es. Piazza - porticato)

 

Alcune chat sono da considerarsi “speciali” in quanto hanno funzioni aggiuntive:

-Le chat mercato (vedi il capitolo OGGETTI E MERCATO)

-Le chat biblioteca 

-Le chat private 

Le chat mercato collegano alla pagina del Mercato da cui il giocatore può acquistare o vendere oggetti in proprio possesso.

Le chat biblioteca hanno un tasto che apre il pannello da cui poter imparare le lingue o leggere libri che conferiscono bonus o conoscenze specifiche previo pagamento di una certa somma di calgari.

Alle sessioni private si accede mediante specifiche chat quali locande, bordelli, edifici governativi o che possono prestarsi a giocate di gilda di particolare interesse. Per aprire una sessione privata, e attivare quindi una chat privata, ovvero in cui si accede esclusivamente mediante una password creata da colui che “affitta la stanza”, bisogna pagare una piccola cifra. Il proprietario può cedere la password a coloro che intende invitare a giocarvi e resterà attiva per 24 ore. Discorso diverso per le chat private legate ai possedimenti dei giocatori che corrispondono alle abitazioni dei personaggi: esse restano attive natural durante e vi si può accedere solo con password.

 

Ma come si interagisce in una chat?

Prima di tutto, è importante che il giocatore si immerga a pieno nella situazione di gioco, visualizzando il proprio personaggio, l’ambiente circostante, i propri interlocutori (se già palesati: il giocatore può descrivere, infatti, solo ciò che l’interlocutore ha descritto o detto). 

Dunque, si descrive il proprio personaggio, -utilizzando, preferibilmente, il tempo verbale PRESENTE- con il suo equipaggiamento, quello che sta facendo e dicendo, evitando di esplicitare i pensieri in modalità diretta oppure rivelando indirettamente all’interlocutore, con cui il proprio personaggio non è mai venuto a contatto, le proprie intenzioni e segreti. 

E’ più corretto esprimere un pensiero attraverso espressioni facciali e gesti, dunque in maniera indiretta, seppur la rigidezza, talvolta, è nemica della fantasia: se si è in un contesto leggero, goliardico, o se i pensieri e gli intenti espressi non hanno un evidente impatto sulle azioni degli altri giocatori, bensì possono solo arricchire la narrazione, ben venga! E’ pur sempre un gioco di scrittura creativa, e produrre delle storie e delle interazioni piacevoli è lo scopo ed il senso del Gdr play by chat.

 

Esempio errato: 

-Narek pensò “Devo ucciderla...è l’unico modo.” 

-La fanciulla è pronta a tutto pur diventare una Sorella Priora. Sua madre le aveva dato un oggetto con cui avrebbe potuto sbaragliare la concorrenza e, in quel momento, lo stava stringendo tra le mani. 

Esempio corretto:

-L’espressione di Narek esprime disgusto e rabbia, il suo sguardo saetta in ogni angolo della stanza. E’ in trappola!

-Alysa si liscia i lunghi capelli con fare distratto, lo sguardo assorto puntato verso il lago luccicante, uno sguardo che esprimeva desiderio e sembrava voler urlare “libertà”. 

N.B. Le azioni in chat non conferiscono punti esperienza se non raggiungono un tot di parole, dunque le azioni da un rigo non sono consentite, nè sono corrette. Inoltre, in un play by chat è bene curare la forma e la ricchezza della descrizione del personaggio, delle sue azioni e dei suoi dialoghi. Non è obbligatorio scrivere muri di testo, l'importante è rendere bene ciò che si vuole descrivere, non necessariamente in maniera prolissa ma è gradito l'impegno nel comporre l'azione.

 

Sono innumerevoli le tipologie di interazioni e gli spunti da sviluppare in una sessione di gioco, con altri giocatori, a prescindere dalle quest.

Il gioco libero, infatti, è un elemento portante del Gdr play by chat: aiuta a sviluppare la storia e la caratterizzazione del proprio personaggio, anche e soprattutto approcciando altri giocatori, e contribuisce a sviluppare nuovi spunti che possano, a loro volta, dare idee ai Narratori per arricchire e migliorare l’esperienza ludica dell’utenza. 

 

  • Si può semplicemente conoscere un altro personaggio in una situazione qualsiasi, che sia in una locanda, lungo la strada, in un bosco, in un mercato ed in una infinità di situazioni liberamente sviluppabili dai giocatori. 
  • Ci si può allenare, descrivendo ad arte le movenze del personaggio o quello che sta studiando, che si tratti di magia, di storia, di tecnologia e via dicendo. 
  • Le giocate di gilda, in particolare, possono risultare particolarmente appaganti in quanto fanno vivere la realtà della Corporazione in ogni sua sfaccettatura, anche quotidiana (una ronda, una lezione di magia all’Accademia di Duen Skell, la preparazione ad una caccia, l’addestramento di giovani reclute, etc).
  • Si possono sfruttare i numerosi spunti offerti dalla documentazione di gioco, in special modo contenuti negli articoli del Codex, oppure presenti nella sezione Eventi o nelle Bacheche ongame e di gilda, tessendo un dialogo, con altri giocatori, su quelle tematiche e sviluppando, a loro volta, nuovi dettagli che lo Staff potrebbe decidere di collegare all’ambientazione esistente oppure farli vivere attraverso nuove quest.
  • Si può improntare una giocata sullo scambio di oggetti tra due o più giocatori, magari utilizzando la funzionalità della Bacheca annunci per cercare determinati prodotti creati da personaggi con abilità di Professione (inventori, fabbri, incantatori etc). In questo modo, si ha la possibilità di conoscere nuovi personaggi, commissionare oggetti, coinvolgere altri in qualche trama o all’interno della storia del nostro personaggio. N.b. E’ severamente vietato effettuare lo scambio di oggetti, in chat, tra personaggi dello stesso account, ma solo tra giocatori diversi!
  • Inoltre, il gioco romantico tra personaggio non è da sottovalutare. Può offrire emozioni e palpitazioni proprio come quando si legge un romanzo particolarmente intenso, se non di più! 

 

Turni e tempi di gioco

Durante una sessione di gioco, fondamentale è stabilire una turnazione quanto più regolare possibile per rendere la giocata scorrevole e con un piacevole senso logico tanto per i protagonisti, tanto per chi la legge dall’esterno. Solitamente, durante una giocata libera tra due o più giocatori, il primo turno di gioco è quello che stabilisce la successione della turnazione fino alla fine della sessione: dunque si introduce la propria azione in chat nel momento in cui si ha terminato di scriverla, andando così a formare la turnazione che verrà seguita anche nei turni successivi. Talvolta, però, i giocatori si accordano a monte sul chi invierà la propria azione prima dell’altro e via dicendo.

Esempio:

1° turno di gioco

-I giocatori non hanno stabilito a monte la turnazione ma hanno deciso di inviare la propria azione in chat secondo la regola del “chi prima termina di scrivere, prima invia”. Harald invia la propria azione per primo, seguito a ruota da Yrva e Rakel. Dal 2° turno in poi, la turnazione sarà sempre la seguente: Harald, Yrva, Rakel.

Molto spesso, in Quest, i Narratori possono decidere di stabilire arbitrariamente, a monte, quale sarà la turnazione dei giocatori, compreso il proprio turno. In caso contrario, il Narratore attenderà che i giocatori abbiano inviato la propria azione in chat, nel 1° turno, per poi inserire la propria, chiudendo così la turnazione e rendendola tale per il resto della giocata.

 

Una nota importante da fare è sui tempi di gioco.

Il Gdr play by chat è un’attività ludica più slow, più riflessiva. Il giocatore ha modo di riflettere e focalizzare nella sua mente il proprio personaggio, quello degli altri, e quanto andrà a dire e fare. Tuttavia, soprattutto quando si è in più di due persone durante una sessione di gioco, in special modo durante le quest, è più corretto adeguarsi ad una tempistica di gioco più rapida (massimo 5-7 minuti per scrivere la propria azione), in modo tale da poter rendere la giocata più snella e piacevole, più ricca di eventi e interazioni, e dare così modo a tutti di sviluppare il proprio gioco.

Talvolta il Narratore specificherà una tempistica prima di cominciare la giocata. 

Non c’è nulla di male, in ogni caso, a chiedere cortesemente ai compagni di gioco di rispettare i tempi. 

 

Tipologie di sessione

Sicuramente avremo tutti sentito il termine quest, che sia in un videogioco o in un gioco di ruolo cartaceo. Ebbe, anche sul play by chat la quest esiste ed è più che mai interessante e interattiva. Cosa si intende esattamente con la parola quest? Sintatticamente parlando, vuol dire Ricerca, Investigazione, ed è proprio quello che è: il Narratore decide di proporre un’idea, dando un input testuale, e attende che i giocatori reagiscano ed interagiscano con ciò, sempre testualmente e lanciando dadi, abilità, magie e oggetti, costruendo, insieme a lui, una vicenda complessa. Per un Narratore, fare una quest non è semplicemente raccontare una storia ma lasciare che accada, così come per il giocatore non è interpretare un copione già scritto ma scriverlo insieme al Narratore sulla base di alcune sue linee guida. Il personaggio è il protagonista e le sue azioni si riverberano non solo sul momento ma, se possibile, sull’ambientazione e la storia stessa del gioco. 

La quest può partire in maniere molto diverse tra loro: attraverso un input diretto del Narratore in chat in un momento programmato precedentemente con i giocatori attraverso la Bacheca generale, o ancora quando il Narratore si “inserisce” in una giocata libera tra due o più giocatori, oppure per spontanea richiesta dei giocatori in merito a spunti dati ONgame (attraverso canali quali la sezione Eventi, il Calendario, la Bacheca, lettura dei Codex, giocate con Png mossi da Narratori). 

Nel limite del tempo a disposizione, i Narratori svolgono quest ad hoc rivolte ai singoli personaggi basandosi sui tre tarocchi selezionati dal giocatore in sede di creazione personaggio. Lo scopo di questa modalità di quest, non sempre adottata da altri giochi di questa categoria, è far empatizzare maggiormente il giocatore con il proprio personaggio, aiutarlo a sviluppare la sua personale storia e le interazioni con altri personaggi e con l’ambientazione stessa. 

La quest, però, non è la regola. Comunemente, in un gioco play by chat, si tende ad effettuare sessioni di gioco libere, ovvero tra due o più personaggi che interagiscono in una chat scelta arbitrariamente da loro. Non vi è un Narratore a muovere le fila, è tutto basato sull’interazione fantasiosa tra i giocatori, che discutono in merito a spunti di gioco di vario tipo, si incontrano per la prima volta e fanno la conoscenza reciproca, si allenano, duellano, fanno azioni relative alla propria gilda d’appartenenza (ronde, sessioni di studio, preparazione per una caccia, etc). 

L’unico limite è la fantasia dei singoli!

 

Lo Staff

Creatori e gestori del sito sono gli Admin o Amministratori che svolgono, inoltre, anche mansioni di Narratori, ovvero di master, coloro che inventano e conducono le quest. 

Il ruolo degli Admin riguarda tutti gli aspetti del gioco, dal suo funzionamento all’ideazione dell’ambientazione e delle principali trame di gioco, dall’editing di ogni parte del sito al supporto ai giocatori. Ci si può rivolgere a loro per qualsiasi richiesta inerente il background del proprio personaggio, il funzionamento del sito e richieste di chiarimenti in merito all’ambientazione, alle razze di gioco, ai regolamenti, ed eventuali segnalazioni su irregolarità e bug di gioco (qualora non si sia già utilizzata la funzionalità apposita situata in Homepage).

I Narratori sono quei giocatori che si sono offerti di interpretare anche il ruolo di master e di condurre trame autonome oppure sotto indicazione degli Admin. Essi hanno accesso a taluni pannelli di editing della scheda dei personaggi e di Bacheche, Eventi e Calendario per pianificare le quest. Ci si può rivolgere ad essi per tutto ciò che è inerente le trame da loro ideate e per eventuali, piccole modifiche alla scheda del personaggio a seguito di eventi ongame (esempio: nobiltà, fama, note e onorificenze, oggetti acquisiti in gioco, bonus o malus ai punteggi della scheda, etc). I Narratori mostreranno un nome specifico che corrisponde ad una delle costellazioni di Esperia.

N.B. I giocatori che svolgono anche il ruolo di Narratori NON avranno alcun vantaggio da questo status, ovvero l’esperienza guadagnata dall’account Narratore confluirà, a scelta del giocatore, su uno dei propri personaggi, senza alcun bonus o maggiorazione.

Il Programmatore è colui che agisce “dietro le quinte”, regolando qualsiasi questione inerente il funzionamento del sito ed eventuali bug. Gli Admin e i Narratori avranno contatto diretto con la sua figura, tuttavia i giocatori possono inviare segnalazioni tecniche attraverso l’apposito form in Homepage che raggiungerà direttamente il programmatore.

 

Per consultare le regole specifiche cui è soggetto lo Staff, nonché le modalità per diventare Narratori e le relative mansioni, consultare la sezione REGOLAMENTO nella Homepage di Storie di Esperia.

 

La scelta del nome e del cognome

Per rendere l'ambientazione più viva e coerente, e quindi i suoi personaggi ben calati in essa, segue una lista indicativa di nomi caratteristici per ogni Regno di Esperia. Nota bene, si tratta solo di esempi da cui prendere spunto. Per generare nuovi nomi, eventualmente:

1) andare all’indirizzo http://donjon.bin.sh/name/markov.html 

2) Inserire nel riquadro superiore i nomi guida qui sotto indicati a seconda della razza/regno (N.B. alcuni nomi e cognomi indicati di sotto appartengono già a personaggi della land, si prega di prendere SOLO SPUNTO da essi. Qualora un nuovo player scegliesse un nome già esistente, lo Staff avrà premura di segnalarlo e chiedere di cambiarlo per motivi, soprattutto, di tag e sistema

3) Premere generate e scegliere il nome che più piace

Per i cognomi (in via di implementazione in questo stesso documento), sono da evitare cognomi tipicamente inglesizzanti e fuori contesto. Lo staff si premunirà di segnalare eventuali nomi e cognomi non conformi o richiedere di cambiarli se già associati a png di particolare rilievo.

Regno di Nimaida

Nomi: Leto Aurora Lyzbeth Elizabeth Relenan Andrej Adda Alina Celina Candra Elonia Elius Reond Elsa Eliante Cassandra Elodia Clodia Matheus Lucius Sophia Artorius Euphemia Beatrix Arya Cairh Clondra Lussand Adran Aran Arius Elian Berius Eliron Matheor Leorand Eliandra Elorej Lean Lyza Innocencia Odessa Calandre Leonias Gisela Ardesia Viridiana Lelora Lussant Arand Matria Eliandra Ardrian Leoran Elisia
Cognomi: De Molnar  Blanchard  Von Borcke  Delany  Maler  Filotima  Nimbue  Laevinus  Costantius  Fulgaris  Harrianus  Aeron  Bardi  Deorain Boucher

 

Dominio di Tarnham

Nomi: Rakel  Kerra Divis Cait Veran Phelan  Lindon Ania Sawyer Amena Gildas Antedia Pellenor Hella Cawye Annik Arlene Gavin Kenneth Isla Astrid Fiona Marsali Yannik Reanna Emyr Erin Conall Connell Nessa Gareth Kyra Kile Gwyn Lennox Neal Nara Ronan Uhtred Ragnar Brida Guthrum Ubba Mildrith  Iseult Guthred Hild Halig Finan Kjartan Thyra Sven Pyrlig Aldhelm Osferth Skade Dagfinn  Uthred
Cognomi: Harstaad  Ghilgun  Vag  Ohly  Hilmjarsonn  Hartvigsen  Mikkelsen  Connor  Evans  Ivarsson  Skallson  Halkaen  Feyron

 

Duen Skell

Indifferentemente nomi nimaidiani o tarnhamiti (vedi ambientazione di Duen Skell)

 

Vetta del Cielo

Nomi: Griss  Bersi  Hakon  Gunnulf  Eirik  Mogr  Ludin  Yrsa  Fasolt  Alette  Oddleif  Egil  Rook  Iver  Onef  Krumr  Ekkill  Dum  Bryja
Cognomi: Hrìmthurs  Tyron'Kvarn  Therhud 

 

Yerh'atoll 

Nomi: Tilene  Ygraine  Safyra  Iryam  Meriel  Kireneth  Aleynia  Alara
Cognomi: Fin'dabair  O'oramath  Faerun  Fre'yhlde  Mel'or
Per gli abitanti di Yerh'atoll non Dujor: Indifferentemente nomi nimaidiani o tarnhamiti

 

Vampiri, Licantropi, Maledetti, Redenti, Costrutti

Indifferentemente nomi nimaidiani o tarnhamiti in base alle origini e provenienza (vedi indicazioni precedenti).

Creiamo un alter ego: domande utili

Si sa, a volte creare il proprio alter ego non è semplice, soprattutto se ci si approccia ad un nuovo mondo di gioco per la prima volta. Premesso che si consiglia fortemente la lettura approfondita della Razza che si intende giocare e dell’ambientazione di Storie di Esperia, questa semplice guida, che consiste in una serie di domande, aiuterà il giocatore a sviluppare la storia del personaggio e la sua caratterizzazione. Per ogni dubbio o necessità di consigli, non esitate a contattare lo staff che, qualora lo chiediate, sarà disponibile ad affrontare con voi delle giocate specifiche inerenti la vostra razza speciale (N.B. Il Narratore prenderà in considerazione le indicazioni generali che gli fornirà il giocatore ma avrà la libertà di riadattarle in base all’ambientazione, alla descrizione della Razza e ai Regolamenti nonchè alla sua inventiva). 

Non è necessario rispondere a tutte le domande nè tanto meno è obbligatorio, ma ciò potrebbe esserti di grande ispirazione.

 

  • Da dove proviene il tuo personaggio e la sua famiglia?
  • Dove si trova in questo momento?
  • Come appare fisicamente?
  • Il personaggio, o la sua famiglia, hanno la cittadinanza?
  • La sua famiglia è nobile, borghese o di umili origini? ATTENZIONE: la nobiltà in gioco và conquistata. Si può appartenere ad una famiglia nobile o borghese (previa discussione con un Amministratore o Narratore), tuttavia le risorse della famiglia non possono essere usate dal personaggio finchè non sarà lui a conquistarsele in gioco. Benchè si possa far parte, da bg, di una famiglia nobile, il personaggio dovrà descrivere necessariamente le risorse di cui effettivamente dispone. Ad esempio, pur appartenendo ad una famiglia nobile il personaggio è povero, all'inizio del gioco. Dunque potrebbe essersene andato di sua spontanea volontà, o ancora essere stato ripudiato, oppure la sua famiglia è decaduta in povertà o tenta di ucciderlo per qualche motivo, costringendolo a scappare dalla sua condizione privilegiata e così via.
  • Il tuo personaggio ha un lavoro? Se sì quale?
  • Ha dei modi di fare ricorrenti? 
  • Ha mai avuto problemi con la legge?
  • Dopo le sue caratteristiche fisiche pensa alla sua psicologia.
  • Cosa gli piace e cosa non gli piace fare? 
  • In cosa è più capace? 
  • Ha dei segreti?
  • Qual è la sua più grande paura e la sua più grande ambizione?
  • Cosa pensa il tuo personaggio del suo paese d’origine o del luogo in cui vive?
  • A chi è leale?
  • Ha dei pregiudizi?
  • E’ innamorato di qualcuno? Sposato o vedovo? 
  • Ha dei figli?
  • E’ credente? Se sì, in cosa crede?
  • Cosa è disposto a fare per raggiungere i suoi scopi?
  • Sa usare la magia?
  • Sa leggere e scrivere? 

 

Queste domande sono valide come base per tutte le razze di gioco. Tuttavia queste domande di base devono essere integrate con le domande specifiche riferite alla particolare razza eventualmente scelta. 

 

DUJOR - FIGLIE DELLA LUNA 

  • Sei una Pura o una Seconda
  • Se sei una Seconda, desideri conoscere il tuo genitore (uomo o donna) Mortale?
  • Vuoi intraprendere la carriera di spia/consigliera politica, quella di Sentinella oppure dedicarti alla divinazione su Yerh’atoll? 
  • Condividi i principi fondamentali della Sorellanza?
  • Desideri che le tue scelte sentimentali siano guidate dal tuo cuore o dalla Sorellanza? 
  • Hai una mentore? Se sì, chi?
  • Se decidi di seguire i precetti delle Figlie della Luna cosa sei disposta a fare per celare al mondo i tuoi obiettivi?
  • Hai mai ingannato qualcuno per mantenere segreta la tua identità o i tuoi obiettivi? 
  • Hai mai avuto una visione, nella tua vita, che ti ha condizionato o spinto a cercarne il significato? (da concordare con lo staff)


 

UNDODE - VAMPIRO

  • In che circostanze sei stato vampirizzato? E quanto tempo addietro?
  • A quale Casato apparteneva il vampiro che ti ha vampirizzato?
  • Chi era il tuo personaggio prima di essere vampirizzato? 
  • Vuoi appartenere ad un Casato? Se sì, a quale tra il Sodalizio del Sangue, la Corte della Notte e la Rosa Scarlatta? (per una descrizione più approfondita, vai sulla pagina dedicata alle Corporazioni dal menù Servizi) 
  • Sei felice o meno di essere divenuto un vampiro? Pensi che la tua condizione sia più un dono o una maledizione?
  • Hai rivelato la tua condizione a qualcuno? Esempio: famiglia, compagn*, figli, amici?
  • Hai lasciato faccende in sospeso della tua vita da Mortale?
  • Vorresti tornare ad essere un Mortale? 
  • Sei bramoso di sangue o ti trattieni?
  • Uccidi per nutrirti? 
  • Sei stato abbandonato o vieni guidato da chi ti ha vampirizzato?
  • In che rapporti eri con chi ti ha vampirizzato? (Esempio: sconosciuto, amante, amico)
  • Cerchi vendetta per la tua condizione? 
  • Continui a fare qualcosa che facevi anche da Mortale? 

 

VARULWER - LICANTROPO

  • Fai parte di una Compagnia? Se sì, descrivi la Compagnia di cui fai parte.
  • Sei d’accordo su come viene gestita la tua Compagnia? 
  • Hai dissapori con qualcuno?
  • Come vivi la tua natura di licantropo?
  • Pensi che la tua natura debba essere rivelata o continuare ad essere nascosta?
  • Fai parte della frangia di licantropi fedele e ancora legata alle Figlie della Luna oppure fai parte di coloro che se ne sono completamente distaccati? 
  • Pensi che l’indipendenza dalle Figlie della Luna sia avvenuta troppo presto?
  • Credi che le Figlie della Luna debbano qualcosa alla causa dei Licantropi?
  • Hai idee politiche o sei fondamentalmente neutrale? 
  • Pensi che la tua razza debba essere in qualche modo rappresentata politicamente?
  • Pensi che i Licantropi siano superiori ai Mortali? 
  • Quando ti trasformi hai il controllo sulle tue azioni? O ti fai dominare dall’istinto animalesco? 

 

UWLOR - GIGANTI

  • A quale livello di Vetta del Cielo appartieni? (Villaggi bassi, villaggi a mezzacosta, villaggi alti)
  • Sei hai vissuto in una Comune, descrivi il rapporto con i tuoi fratelli e sorelle, se avevi delle rivalità o dei rapporti speciali con uno o più di loro.
  • Come consideri il rapporto tra Giganti e Albi?
  • Vorresti che il popolo dei Giganti sia aperto all’interazione con altre razze?
  • Hai già ricevuto il tuo vero nome? Se sì, qual’è?
  • Pensa e, se vuoi, descrivi la tua iniziazione.
  • Hai uno spirito guida?
  • Descrivi il tuo totem.
  • Credi che i Giganti debbano continuare a venerare e dipendere totalmente dagli Spiriti o credi che dovrebbero più indipendenza ed essere meno sottomessi ad essi?
  • Hai mai cercato di ripercorrere la storia dei Giganti e di comprendere le dinamiche ed i motivi della Diaspora causata dallo Spirito senza nome e dagli spiriti corruttori?

 

INNLOSING - REDENTI

  • Dove e quando ti risvegli?
  • Chi eri nella tua vita precedente?
  • Quale pensi possa essere il tuo obiettivo finale per raggiungere la Redenzione?
  • Qual è l’oggetto legato a te dalla tua vita precedente? 
  • Qual è la tua copertura tra le genti di Esperia?
  • Come hai fatto a capire di essere diventato un Redento dopo la morte?
  • Hai mai incontrato un altro Redento? Se sì, ti ha aiutato a prendere coscienza della tua nuova condizione?
  • C’è qualcuno di cui puoi fidarti a cui rivelare la tua natura? 
  • Hai un luogo dove vivere o sei girovago? 

 

FELLTIGEDIG - MALEDETTI

  • Qual è la tua maledizione?
  • Pensi di sapere/conosci con certezza l’identità di chi ti ha maledetto o come sei stato maledetto? 
  • Credi che la maledizione sia totalmente negativa o possa darti anche dei vantaggi?
  • La maledizione come ha cambiato la tua vita? 
  • Ti sei allontanato tu volontariamente dai tuoi affetti o ti hanno abbandonato loro? O ancora ti è rimasto qualcuno vicino?
  • Hai mai sofferto a causa dei pregiudizi della gente? 
  • Hai mai leso qualcuno a causa della tua maledizione?
  • Celi la tua vera natura, sei schivo e solitario o la ostenti?

 

DOD ALKAEST- COSTRUTTI

  • Quale parte del tuo corpo è stata sostituita? 
  • Qual è stata la causa (guerra, incidente, volontaria, malattia, aggressione) della tua perdita?
  • Chi ti ha impiantato l’innesto alchemico?
  • Qual è la tua attività da quando sei diventato un Costrutto? 
  • Sei vittima di pregiudizi?
  • Usi l’innesto per fare del bene o per compiere azioni egoistiche/malevoli?
  • Com’è il tuo rapporto con l’innesto e la pozione anti-rigetto?
  • Qualcuno ti sfrutta o si è mai avvicinato a te per usarti?

Regolamento generale - Netiquette

Storie di Esperia è attualmente in Beta. Si comunica che i contenuti di Ambientazione, Razze, Storia e Regolamento potrebbero subire dei cambiamenti durante questa fase. 

 

1.1 Iscrivendosi al Gioco di Ruolo Play by Chat Storie di Esperia, l’utente dichiara di aver letto ed accettato in ogni sua parte il seguente regolamento e di essere maggiorenne (+18).

1.1 bis. La gestione, al fine di garantire equità, applicherà alla lettera il suddetto regolamento sia con utenti regolari, sia con membri del corpo Staff (Narratori), e non verranno in alcun modo tollerate richieste di sconto che, anzi, costituiranno un’aggravante.

 

1.2 Tutti i materiali testuali postati all’interno del sito Storie di Esperia diverranno automaticamente di proprietà della Gestione la quale, come scopo finale, ha quello di produrre e pubblicare una serie di racconti a tema fantasy o altro materiale affine basati sulle vicende narrate all’interno del portale. Amministratori e Narratori potranno utilizzare quanto scritto dentro e fuori le quest da più persone, rielaborando ciò al fine di costituire un racconto omogeneo pur mantenendo il più possibile inalterate le azioni originali dei giocatori. 

1.2.1 Testi, immagini e documentazione prodotti all'interno del gioco e di proprietà della Gestione di Storie di Esperia non possono essere divulgati, per scopi personali e/o a fine di lucro, all'esterno del sito senza l'autorizzazione dei proprietari. Storie di Esperia è dotato di copyright e tutta la documentazione ed i materiali costituenti il gioco sono registrati, con marchio ufficiale, sul sito https://www.proofy.co/

 

1.3 In fase di alpha e beta test la gestione si riserva di aggiornare/modificare a propria discrezione il presente documento qualora ritenga ne subentri reale necessità, senza per questo essere obbligata ad avvisare l’utenza o discutere pubblicamente le proprie scelte. A chiusura del beta test sarà inviata una missiva globale che inviterà l’intera utenza a prendere visione del regolamento aggiornato.

 

1.4 La mancata presa visione del presente documento non costituisce giustificazione in caso di violazione dello stesso, costituendo altresì un’aggravante che andrà a sommarsi alla contravvenzione prevista per l’infrazione della singola regola. 

 

1.5 Contravvenire al regolamento per trarre benefici per sé ed altri, od al fine di arrecare danno ad altri utenti, è vietato.

 

1.6 La politica generale della gestione è quella di invogliare l’utenza a non inquinare l’esperienza ludica con un eccessivo uso dei canali esterni al gioco, social e chat di gruppo. Per questo motivo si è deciso di creare un canale Discord ufficiale di Storie di Esperia (attualmente inattivo in fase di Beta) per favorire lo scambio relativo ad argomenti di gioco e l’organizzazione delle sessioni di gioco, garantendo massima trasparenza e senso comunitario. 

1.6 A - saranno presenti, all’interno della land, due account specifici atti ad offrire supporto off e ongame quali:

Amministratore - account della Gestione

Narratore - account master 

All'interno del gioco, i suddetti account si riconoscono perchè hanno, all'interno del nickname, la parola Astrale di ....

1.6. B - ogni account Narratore, ad eccezione di Amministratore che è di esclusivo dominio della Gestione, è accessibile sia dalla gestione sia dagli altri Narratori, questo al fine di garantire imparzialità e trasparenza.

 

1.7 Accettando il seguente regolamento si dichiara di saper distinguere la componente e le azioni/regole On game, ossia ciò che riguarda il personaggio e il suo ambiente, dalla componente e regole Off game, ossia ciò che riguarda il giocatore e la sua vita reale, non ultima la sostanziale differenza tra Legislazioni On Game e Regolamento Off Game.

Si dichiara altresì di comprendere ed accettare che le azioni e contravvenzioni:

• alla Legislazione On Game, ovvero editti e regole emanate da personaggi e governi nell’ambientazione del gioco, si ripercuoteranno, qualora sia colto in flagranza di reato o scoperto successivamente a mezzo indagini (rigorosamente giocate on game), esclusivamente sul personaggio e le sue vicende o possedimenti;

• al Regolamento Off game si ripercuoteranno inevitabilmente su quanto ottenuto dal giocatore On game in maniera scorretta. Possono variare, a seconda del contesto dell’infrazione e della gravità della stessa, dalla perdita di quanto acquisito in fase di reato, alla decurtazione di punti esperienza/fato/carriera/mestiere sino al ban temporaneo o permanente dell’account del giocatore.

 

1.8 In virtù dei principi dichiarati nel punto 1.5 e 1.6, la gestione non interverrà in alcun modo in questioni e diverbi personali tra utenti nati o proseguiti all’esterno del gioco sulle più disparate piattaforme di social networking e messaggistica. Allo stesso modo gestione e staff si riservano il diritto di non essere inseriti in conversazioni singole o multiple su Skype/WhatsApp, impegnandosi a fornire all’utente sia nella Homepage sia all’interno della Land tutto ciò che occorre per la sua esperienza di gioco ed il supporto allo stesso.

 

1.8  bis. Qualora le discussioni tra due o più utenti perpetrate all’esterno della land dovessero sfociare nelle dinamiche On game, la Gestione agirà al fine unico ed ultimo di estinguere il problema e garantire un’esperienza di gioco serena e puramente On game all'utenza.

 

1.9 Con il presente regolamento si rende noto che la gestione di Storie di Esperia adotta una politica di non tolleranza assoluta nei confronti di utenti aventi atteggiamenti riconducibili a mobbing quali:

  • Flaming: messaggi elettronici violenti, volgari, ossessivi ed insistenti mirati a suscitare “battaglie” verbali online;
  • Harassment: molestie. Invio ripetuto di messaggi offensivi;
  • Cyberstalking: cyber-persecuzione. Invio ripetuto di messaggi contenenti minacce o fortemente intimidatori;
  • Denigration: denigrazione. Sparlare di qualcuno online. Inviare o pubblicare pettegolezzi e dicerie crudeli su una persona per danneggiarne la reputazione o le amicizie;
  • Impersonation: sostituzione di persona. Violare l’account di qualcuno, farsi passare per questa persona e inviare messaggi per dare una cattiva immagine della stessa, crearle problemi o pericoli e danneggiarne la reputazione o le amicizie;
  • Outing and trickery: rivelazioni e inganno. Condividere online segreti o informazioni imbarazzanti su un’altra persona, a volte estorti con l’inganno e con intenzioni malevole. Tra le informazioni rivelate, spesso ci sono quelle che fanno riferimento al sexting, la pratica diffusa di inviare foto o video sessualmente espliciti, che vengono poi condivisi in modo incontrollato, soprattutto a danno delle ragazzine;
  • Exclusion: escludere intenzionalmente qualcuno da un gruppo online;
  • Divulgazione e promozione di immagini pedo-pornografiche.

Sono condannate, inoltre, attività di:

  • Disturbo del gioco altrui, mediante azioni in chat sregolate, senza alcuna logica legata all’ambientazione ed ai regolamenti di gioco, che rechino offesa, pregiudizio e disagio; o con lo scopo di uccidere i personaggi in maniera casuale e senza motivazioni concrete;
  • Spam nelle chat (compresi i Sussurri);
  • Divulgazione e promozione di altri giochi online play by chat con lo scopo di denigrare e danneggiare Storie di Esperia;

 

PRECAUZIONI Al fine di limitare il più possibile il verificarsi di queste situazioni, la gestione invita tutti gli utenti a adottare semplici regole di prevenzione:

  • non condividere in alcun modo i propri dati personali quali numero di telefono, nome reale,  password dell’account Esperia ecc.;
  • in ogni caso la gestione e il Programmatore non richiederanno MAI via missiva o via e-mail i dati sopra citati, diffidare pertanto da chi, spacciandosi per staffer, avanza questo tipo di richiesta;
  • non accettare l’amicizia di persone sconosciute o i cui atteggiamenti appaiono sospetti, anche qualora esistano amicizie in comune giocanti su questa land;
  • cambiare, senza rivelarlo ad alcuno e a cadenza almeno trimestrale, la password dell’account Esperia; qualora si abbia il sospetto che qualcun altro ne abbia ottenuto l’accesso, cambiare anche l’indirizzo e-mail attraverso il pannello interno alla land;
  • nel caso in cui si stia verificando del cyberbullying, cyberharrasment o mobbing, evitare assolutamente di frequentare chat -sia esterne che interne al gioco- in cui agisce il cyber-bullo, limitare a zero i contatti Off ed On game;
  • se la macchina del cyberbullying è già partita è fondamentale non isolarsi: anche se si tratta di un gioco è importantissimo chiedere aiuto alla famiglia e agli amici: Storie di Esperia è e deve restare un gioco, il bullismo non è né un gioco né uno scherzo;
  • non fare il gioco del persecutore come supplicarlo di smettere, mostrarsi arrabbiati o rispondergli a tono perché, spesso, questo non fa che aumentare il suo interesse. È invece auspicabile che la vittima inoltri alla gestione, a mezzo dell’apposito form, una richiesta di verifica allegando screenshots ed altre prove che attestino l’autenticità di tale atteggiamento nei propri confronti (per effettuare lo screenshot da Pc utilizzare la combinazione di tasti Ctrl + Alt + Stamp e incollare il contenuto con i tasti Ctrl + V in un qualunque editor di foto come Paint o Photoshop, quindi procedere al salvataggio; se si è utenti Mac, utilizzare la combinazione di tasti Cmd + Shift + 3 per fotografare lo schermo, Cmd + Shift + 4 per una singola porzione di schermo, il sistema genererà automaticamente un file .png);
  • se la situazione dovesse aggravarsi sino al sopraggiungere di minacce dirette alla propria persona, perpetrate attraverso mezzi interni alla land, avvisare immediatamente la gestione per permetterle di intervenire con il ban del persecutore, contestualmente procedere alla denuncia presso il più vicino comando di Polizia Postale e delle Comunicazioni.

 

PROVVEDIMENTO Nella rara eventualità in cui un utente venga sorpreso o segnalato nell’atto di utilizzare il sistema di missive per molestare e/o diffamare Off game altri utenti, o al fine di divulgazione di materiale pornografico e/o pedo-pornografico, la gestione procederà con il ban immediato e regolare denuncia presso il più vicino comando di Polizia Postale, fornendo agli organi competenti tutti i dati raccolti nel portale al fine di assicurare il delinquente alla giustizia.

 

1.10 Ogni utente della land, sia esso gestore od utente regolare, ha il dovere e l’obbligo di mantenere, Off game, un comportamento rispettoso o quantomeno di pacifica convivenza nei confronti degli altri utenti indipendentemente dagli avvenimenti On game che concernono unicamente i personaggi, tenendo sempre presente che dietro allo schermo ci sono altre persone alle quali ci accomuna la voglia di trovare uno spazio per svagarci e vivere un’avventura fantasy.

Su Storie di Esperia non sono tollerati comportamenti polemici, ossessivi e vittimistici, dal momento che lo scopo comune, tanto della Gestione quanto dello staff tutto e dell’utenza, è e deve restare quello della ricerca del comune divertimento.

Nel caso in cui un utente si dimostri più propenso alla polemica fine a sé stessa che al gioco On (si ricorda che ci si può mettere in contatto con lo Staff attraverso la sezione Contattaci, nella Homepage, o inviando un messaggio privato all’interno del gioco), avvezzo ad insultare altri giocatori con frasi dirette e/o parafrasate, creare gruppo per isolare un singolo ecc. finendo con l’inquinare l’ambiente con dannosi quanto inutili asti, la Gestione agirà arbitrariamente per risolvere il problema, applicando tutte le sanzioni che riterrà necessarie fino al BAN.

1.11 Si sottolinea che la Gestione e lo Staff di Storie di Esperia non sono pagati. Questo è un gioco, su cui i proprietari hanno investito  denaro, passione e tempo per il semplice scopo di divertirsi e creare una community di giocatori che condividano le stesse passioni ed il proprio tempo in maniera positiva e stimolante. In virtù di ciò, si chiede di non gravare sulla Gestione con richieste inappropriate, che esulino dagli scopi e dalle dinamiche del gioco o atte a contestare, svilire l'inventiva e la disponibilità dello Staff, far perdere tempo, infastidire. 

 

 

Disclaimer

1.1 Storie di Esperia nasce per una platea di utenti adulti e ciò si riflette nei temi che verranno affrontati nel gioco o che è possibile riscontrare nei documenti relativi ad ambientazione, storia e razze come, ad esempio, guerra, sesso, omicidio, violenza, ingiustizia. Per questo motivo si vieta l’iscrizione ad un pubblico di età inferiore ai 18 anni. Qualora ciò dovesse avvenire e le tematiche affrontate dovessero urtare la sensibilità degli utenti minorenni non dichiarati, lo Staff si ritiene estraneo da qualsivoglia responsabilità in merito. 

Iscrivendosi a Storie di Esperia l’utente dichiara, dunque, di essere maggiorenne e di accettare, in ogni sua parte, i Regolamenti del sito. 

 

1.2 Si ricorda che il mondo di Storie di Esperia ed i suoi accadimenti sono di pura fantasia, sviluppati sulla base delle idee della Gestione ma, volta per volta, arricchiti e modificati dalle azioni dei personaggi dei giocatori. Non vi è l’intento di associare il mondo di gioco a quello reale e si intima all’utenza di non portare, all’interno di Esperia, problematiche legate alla sfera personale del giocatore per mantenere, il più possibile, un’atmosfera serena, di svago: un viaggio pindarico lontano dalla realtà, almeno per qualche ora. 

Dunque lo Staff si ritiene estraneo da qualsivoglia avvenimento e pretesa, da parte dell’utenza, legati ai problemi della vita reale dei giocatori che non riguardino, in alcun modo, Storie di Esperia, benché meno se ciò proviene da messaggistica e canali esterni al gioco, da cui la gestione prende totalmente le distanze.  

 

1.3 Ogni riferimento a cose o persone reali è puramente casuale e lo Staff perseguirà, con le adeguate misure, qualsiasi attività di gioco che tenda a dileggiare o bullizzare membri della comunità di gioco -attraverso immagini, nickname, testi ed audio in scheda personaggio e in chat- senza reali motivazioni Ongame, giusto per il gusto di danneggiare la persona dietro al personaggio. Così come evidenziato dal Regolamento generale di Storie di Esperia, la gestione è fortemente nemica di atteggiamenti di tipo persecutorio, maleducato, scorretto: dietro ai personaggi ci sono delle persone con sentimenti ed è dovere dello Staff, tanto dell’utenza, assicurare il mantenimento di un ambiente sereno e corretto. 

La gestione di Storie di Esperia, dunque, non è responsabile di comportamenti scorretti, molesti, illegali o contrari all’etica comune provenienti da terzi all’interno del gioco e si impegna a perseguirli secondo le modalità previste nei Regolamenti.

Regolamento giocatore

2.1 Iscrivendosi al Gioco di Ruolo Play by Chat Storie di Esperia, l’utente ha diritto ad un solo account del quale dichiara di essere unico detentore e responsabile.

A tal fine, la gestione consiglia fortemente di non divulgare (via missiva od altro mezzo) i propri dati d’accesso.

In alcun modo e per alcuna ragione la gestione o lo staff di Storie di Esperia chiederà, né attraverso il portale, né attraverso mezzi esterni ad esso, i dati di accesso dell’utente, pertanto diffidate da chi, spacciandosi per gestione, chiederà tali informazioni.

PROVVEDIMENTO Nel caso in cui il sistema registri un’infrazione da parte di uno specifico account, la gestione agirà direttamente su di esso, non potendo conoscere l’identità della persona che, in quello specifico momento, vi accedeva.

 

2.1 bis. In caso di smarrimento della password sarà possibile utilizzare il modulo dedicato in homepage (nella sezione Ingresso), in alternativa chiederne una nuova contattando la gestione dal modulo Contattaci in Homepage. Utilizzando quest’ultimo mezzo, la gestione invierà la password generata esclusivamente sulla mail originaria di iscrizione.

 

2.2 Ogni account prevede da subito la creazione fino a un massimo di due personaggi, con la possibilità di crearne un terzo al raggiungimento dei 2500 punti esperienza sul primo personaggio o sul secondo.

PROVVEDIMENTO Se durante i periodici controlli emergerà che l’utente ha sfruttato eventuali bug del sistema o incrementato i punti esperienza illegalmente, si procederà con l’immediata cancellazione dell’account con più alto numero di punti esperienza (e relativi bonus/oggetti ecc), a seconda della gravità dell’infrazione si procederà con il ban temporaneo o definitivo.

 

2.3 È obbligatorio, qualora più account si colleghino dallo stesso computer, indicarlo attraverso la sezione Opzioni all’interno del gioco.

PROVVEDIMENTO In modo casuale e senza necessità di avvisare l’utenza, la gestione effettuerà dei controlli casuali sugli indirizzi IP. Qualora tale situazione non venga dichiarata preventivamente, verrà effettuato un regolare richiamo e seguente verifica: se al termine di questa risulterà un’irregolarità (unico utente possessore di più account) si procederà con l’immediata cancellazione dello slot più recente, ed a seconda della gravità del fatto, si procederà con il ban temporaneo o definitivo.

 

2.4 Non è consentito far interagire direttamente On game, tra di loro, i personaggi di uno stesso account: non possono essere utilizzati contemporaneamente in giocate libere o quest o partecipare allo stesso filone di quest (a meno che non vi sia uno specifico permesso del Narratore), non possono far parte della stessa corporazione né ordine o società segreta, e in alcun modo sono permessi scambi di beni/oggetti/soldi tra i personaggi dello stesso account. 

E’ consentito, però, citare il proprio doppio qualora si appartenga alla stessa famiglia o in caso di conoscenze comuni 

PROVVEDIMENTO Nel caso in cui il sistema segnali uno scambio irregolare tra slot dello stesso account (anche a mezzo Asta), verranno immediatamente sottratti gli oggetti ottenuti in modo illecito e, a seconda della gravità del fatto, si procederà con uno o più giorni di ban.

Se il comportamento si ripeterà, il ban diventerà automaticamente definitivo.

PROVVEDIMENTO Caso 2 Nel caso in cui, dal controllo casuale, emerga l’avvenuto raggiro della regola attraverso il passaggio degli oggetti ad un terzo utente, verranno immediatamente sottratti gli oggetti/soldi/possedimenti in questione, si procederà inoltre nel valutare se applicare uno o più dei seguenti provvedimenti: sottrazione punti esperienza in base al numero di oggetti ottenuti illecitamente (da un massimo di 500 ad un minimo di 100 ad oggetto), ban temporaneo o definitivo.

 

2.5 Sarà dovere e cura del giocatore, una volta letta la descrizione della razza scelta, l’ambientazione e la specifica descrizione di regni e città nonchè dei Regolamenti di gioco, stilare un background tenendo presente queste fondamentali regole di base:

  • Non è consentito creare background iniziali di particolare complessità e personaggi con natali estremamente importanti (Ad esempio, NON sono ammessi figli di Re e Regine, Lord e Png importanti della land). Il personaggio dovrà dunque una persona comune che vive e guadagna i suoi meriti e demeriti facendo esperienze ed interagendo con gli altri giocatori ed i Narratori;
  • E' vietato inserire collegamenti ad elementi di ambientazione di cui non si può avere conoscenza sulla base della coerenza di gioco, della razza e della provenienza del pg scelte in fase di creazione personaggio;
  • E' sconsigliato creare personaggi eccessivamente giovani o eccessivamente anziani poichè, per coerenza, è preclusa loro una serie di attività e circostanze di gioco. In particolare, ad esempio, è inverosimile che un personaggio Mortale di 70-80 anni possieda un così scarso numero di conoscenze e abilità. 

E' preferibile, quindi, stilare una biografia basilare, da inserire nella scheda nella sezione Biografia, così per iniziare a giocare e, man mano, arricchirla con l'esperienza e le quest per una più interssante esperienza di gioco graduale. Il giocatore dovrà quindi segnalarlo alla Gestione così che possa leggerlo e, qualora vi sia qualche incoerenza o scorrettezza, quest'ultima avrà premura di avvisare il giocatore per consigliarlo in merito alle modifiche da fare. Qualora qualche aspetto della storia e del gioco non siano chiari (si suggerisce vivamente di consultare prima di tutto la sezione Dinamiche di Gioco in Servizi, il Codex con i vari articoli di approfondimento, i Breviari e le FAQ) o si desideri proporre elementi particolari per arricchire il proprio personaggio, si è pregati di contattare Amministratori o Narratori

A beneficio della coerenza e della serenità del gioco, è possibile giocare in chat solo a background stilato: questo per evitare repentini e immotivati cambi di ideologia/comportamento del personaggio. 

PROVVEDIMENTO Qualora un giocatore venga sorpreso a giocare in chat senza background, sarà contattato dalla gestione che tenterà di aiutarlo a scrivere, insieme, alcune linee guida della storia personale per affrontare, al meglio, l’inizio dell’esperienza ludica su Storie di Esperia.

PROVVEDIMENTO Lo Staff si riserva di cancellare, senza preavviso, il contenuto irregolare, inserendo la dicitura [CONTENUTO IN MODERAZIONE], soprattutto quando il giocatore non apporta le modifiche così come suggerite in precedenza. Sarà cura dell’utente contattare i membri dello Staff per eventuali spiegazioni o richieste d’aiuto. Si procederà con richiami formali, seguiti da sanzioni (decurtamento punti esperienza ottenuti giocando senza l'approvazione del background), e in casi gravi BAN, qualora il comportamento dovesse risultare recidivo e non vengano rispettate o si contestino, in maniera aggressiva e insistente, le indicazioni della Gestione.

 

2.6 Su Storie di Esperia, come in ogni altri gioco, esistono delle specifiche regole tecniche che riguardano anche il modo di scrivere in chat ed interpretare il proprio personaggio. Si chiede, nel limite delle proprie capacità, di utilizzare un italiano corretto e scorrevole e di evitare l'utilizzo di inglesismi o di altre lingue, parole palesemente fuori contesto, descrizioni di indumenti ed oggetti estranei ad un contesto fantasy pseudorinascimentale. Qualora siate nuovi a questo tipo di gioco e di ambientazione, non abbiate timore a chiedere consiglio allo Staff o a giocatori più navigati: non siamo qui per criticare ma solo per giocare e divertirci, nel rispetto delle regole, che sono uguali per tutti.

PROVVEDIMENTO Qualora un giocatore venga sorpreso a scrivere utilizzando i parametri scorretti indicati nell'articolo 2.6 del corrente Regolamento, sarà richiamato, tramite missiva privata in gioco, dalla Gestione che lo inviterà ad adeguarsi alle regole. Nel caso di comportamento recidivo, senza alcuna volontà di adeguarsi alle indicazioni ed alle regole del gioco, il personaggio verrà sanzionato con una decurtazione di punti esperienza in base al numero di azioni inviate in chat e reputate scorrette dalla Gestione. Alla terza infrazione, si procederà ad un BAN dell'account, temporaneo o definitivo, in base alla gravità dei fatti.

 

2.7 È vietato inserire nella scheda del proprio personaggio i seguenti contenuti: 

• messaggi Off game legati alla sfera personale del giocatore, intimidazioni, richieste, accuse, denigrazioni;

• richiami diretti a pubblicità Off game;

• richiami diretti alla politica Off game;

• immagini non pertinenti al personaggio che rechino fastidio o disagio all’utenza;

• immagini con richiami ad elementi moderni;

• immagini pornografiche;

• contenuti multimediali/musicali che rechino offesa o disagio all’utenza;

•informazioni private sul personaggio come sesso, altezza, peso, provenienza, corporazione, caratteristiche, punti esperienza/fato/carriera/mestiere (già inseriti nella sezione automatizzata celata agli altri utenti e visibile unicamente alla gestione). Si ricorda che talune informazioni della scheda del personaggio sono state rese private in modo tale da favorire la coerenza di gioco e migliorare l’esperienza ludica, incentivando l’interazione ongame e la scoperta. 

PROVVEDIMENTO Lo Staff si riserva di cancellare, senza preavviso, il contenuto irregolare, inserendo la dicitura [CONTENUTO IN MODERAZIONE], sarà cura dell’utente contattare i membri dello Staff per eventuali spiegazioni o richieste d’aiuto. Si procederà con sanzioni, e in casi gravi ban, qualora il comportamento dovesse risultare recidivo.


2.8 Dal punto di vista delle dinamiche di gioco, i Narratori sono tenuti a fornire spunti di gioco e rispondere a richieste ed eventuali idee dei giocatori, TUTTAVIA è anche compito del giocatore cogliere quegli spunti, seguirli, arricchirli, riferire al Narratore la propria disponibilità ad organizzarsi per svolgere le sessioni di gioco. I Narratori e gli Amministratori sono essi stessi giocatori che condividono il proprio tempo e la propria passione con il resto dell’utenza, quindi l’utente regolare è tenuto a considerare e rispettare tale massima.

2.9 Su Storie di Esperia sono presenti delle razze sbloccabili al raggiungimento di un tot di punti esperienza poichè necessitano di maggior dimestichezza con l'ambientazione e la storia del gioco nonchè una maggior perizia nei gdr play by chat. Le razze in questione sono i Vampiri e le tre sottorazze speciali dei Mortali: Maledetti, Costrutti alchemici e Redenti. Il giocatore, per potersi creare un personaggio di una delle suddette razze, deve raggiungere i 2500 punti esperienza (compresi i punti acquisiti alla creazione del personaggio) con il primo personaggio o il secondo personaggio dell'account. Qualora il giocatore possedesse un personaggio Mortale e volesse trasformarlo, in game, in una delle razze in questione, potrà fare richiesta allo Staff di una quest ad hoc che lo trasformi al raggiungimento dei 2500 punti esperienza. Inoltre, deve concordare con lo Staff le modalità di gioco del proprio personaggio in quanto si tratta di una tipologia di esperienza che implichi una maggior padronanza delle regole di gioco e della conoscenza dell'ambientazione di Storie di Esperia.

PROVVEDIMENTO Lo Staff si riserva di cancellare, senza preavviso, il contenuto irregolare, inserendo la dicitura [CONTENUTO IN MODERAZIONE], qualora il giocatore non abbia concordato i dettagli del background, bonus e malus del personaggio in questione, con gli Admin. Sarà cura dell’utente contattare i membri dello Staff per eventuali spiegazioni o richieste d’aiuto. Si procederà con sanzioni, e in casi gravi ban, qualora il comportamento dovesse risultare recidivo.

2.10 E' severamente vietato fare giocate di natura esplicitamente sessuale in chat pubblica. Per questi scopi ci sono le chat private, seppur restino comunque vietate, in ogni caso, descrizioni di stupri, pedofilia e discriminazioni di genere. 

PROVVEDIMENTO Lo Staff si riserva di cancellare, senza preavviso, il contenuto irregolare dalle chat dopo averne trattenuta una prova. La sanzione può partire da una semplice Ammonizione a cui potrà seguire, in seguito a recidività, decurtazione di punti esperienza, ban temporaneo o ban definitivo in base alla gravità della situazione. Si prega fortemente di evitare queste spiacevoli situazioni così che lo staff possa mantenere sereno il clima della land, grazie! 

Regolamento Narratore

3.1 E’ possibile fare richiesta alla Gestione per accedere al ruolo di Narratore con i relativi permessi e doveri. Il Narratore ha la funzione di intrattenere l’utenza, gestendo trame da lui/lei ideate con l’avallo della gestione oppure proposte da quest’ultima, nonchè ideare e muovere PNG, favorire l’interazione tra i giocatori attraverso la Bacheca quest, il pannello Eventi ed il Calendario, l’utilizzo di missive ONgame. 

 

3.2 I Narratori saranno associati (o potranno farne richiesta) ad un determinato reame di Esperia, possibilmente quello in cui il personaggio o i personaggi del Narratore non hanno quest attive o in cui non sono soliti agire, così da non rischiare involontario metagame.

Per assicurare il massimo divertimento ed il senso della scoperta anche al corpo Narratori, la gestione svelerà loro SOLO una parte limitata della trama principale del gioco, riguardante la zona/le zone di Esperia a cui il suddetto Narratore è stato affidato.

 

3.3 Lanciare in chat azioni fa acquisire automaticamente, all’account Narratore, gli stessi punti che acquisirebbe il giocatore utilizzando i suoi personaggi in una qualsiasi sessione di gioco. Questo per incentivare l’uso dell’account Narratore senza lasciare indietro l’avanzamento dei propri personaggi. I punti esperienza accumulati conducendo quest con l’account Narratore vengono traslati su uno dei personaggi dell’account regolare del Narratore, a sua scelta, comunicandolo alla gestione in qualsiasi momento, non più di due volte al mese. 

 

3.4 Doveri del Narratore 

• Dovere del Narratore è divertirsi come tutti gli altri giocatori perché tale è anche lui/lei. L’imperativo è, dunque, divertirsi a ricoprire il ruolo di Narratore per poter giocare da un punto di vista differente dal solito, dando vita a trame a cui gli altri giocatori reagiranno in maniere differenti e sempre nuove;

• è primario, per il Narratore così come per l’Amministratore e l’utente regolare, agire in Storie di Esperia con la massima serenità, trasparenza e correttezza, rispettando i regolamenti e l’ambientazione. Quando un Narratore diventa tale dichiara di aver letto e compreso i regolamenti e la documentazione di gioco ai quali dovrà sempre attenersi;  

• il Narratore, oltre a dover conoscere a menadito le regole di gioco e l'ambientazione di Esperia, dovrà vigilare che le suddette regole vengano rispettate anche dal resto dell'utenza e segnalare all'utenza eventuali scorrettezze, inadempienze ed errori;

• le modifiche sostanziali effettuate sulle schede dei personaggi vanno necessariamente segnalate al resto dello Staff attraverso la Bacheca Narratori per favorire quanto più la trasparenza o per porre all’attenzione altrui taluni problemi da risolvere;

deve fare in modo di coinvolgere, nei limiti della propria ed altrui disponibilità, i giocatori rimasti fuori dalle quest, fornire spunti di gioco e rispondere alle richieste eventualmente fatte dai giocatori. Tuttavia sarà compito del giocatore, anche, cogliere quegli spunti e contattare il Narratore per continuare una trama o proporre, a sua volta, nuovi spunti di gioco;

mantenere toni quanto più cordiali ed educati. Qualora si venga provocati, sfidati, inneggiati, insultati attraverso i canali di gioco, si consiglia caldamente di non rispondere allo stesso modo ma di riferire la questione al resto dello staff per prendere eventuali decisioni sanzionatorie nei confronti dell’interlocutore molesto;

• si ricorda che le proprie azioni di Narratore non devono essere dettate da logiche di tipo personale o di rivalsa/favoritismo nei confronti di persone amiche e non, ma deve prevalere sempre l’equità, il divertimento, la leggerezza che solo un ambiente ludico può e dovrebbe offrire sempre.

 

3.5 Permessi del Narratore

• Avrà modo di leggere le informazioni private delle schede dei personaggi per delineare trame che integrino adeguatamente i vari personaggi o che sviluppino le loro vicende, comprese giocate di tipo retrospettivo;

• potrà apportare modifiche alle schede dei personaggi in ogni loro parte: nomi, testi o immagini incongrui, cittadinanza e gradi nobiliari, inserimento di note, fama e onorificenze, la modifica di punteggi (punti esperienza/fato/mestiere/carriera/ferita/mana/sangue) e del denaro posseduto dai personaggi, la gestione degli oggetti e dei possedimenti, di abilità e magie;

• può scrivere nella sezione Eventi, aggiungere, aggiornare o chiudere quest dalla Bacheca Narratori e gestirne i partecipanti (accettando o rifiutando richieste a partecipare; il rifiuto può essere legato a fattori di numeri troppo elevati di giocatori o all’incoerenza ONgame della partecipazione di quel personaggio e il Narratore dovrà necessariamente motivare la scelta del rifiuto);

• creare e muovere Personaggi non giocanti (PNG);

• può consegnare nuovi oggetti o eliminare oggetti dalle schede dei personaggi per motivi ONgame o per sanzioni di sorta legate allo scambio incongruo di oggetti tra personaggi o l’acquisizione degli stessi sfruttando bug del gioco;

• può scrivere nella Bacheca Narratori non solo per aprire/modificare/chiudere quest, ma anche per fare richieste alla gestione o discutere con altri Narratori di questioni inerenti il gioco.  

 

3.6 Modalità di accesso al ruolo di Narratore

Ci si può candidare al ruolo di Narratore in diversi modi: 

• quando la gestione pubblica dei Bandi Narratore in Homepage nella sezione “Novità su Esperia”, il giocatore interessato può contattare privatamente gli account Amministratore e proporre la propria candidatura. Seguirà una semplice “quest dimostrativa” organizzata attraverso il canale Bacheca quest per dare al candidato la possibilità di dimostrare il proprio interesse e le proprie capacità di coinvolgimento, soprattutto la conoscenza dell’ambientazione e delle Razze di gioco. 

• se mossi da reale voglia e interesse, si può proporre la propria candidatura alla Gestione attraverso missive private agli account Amministratore, a cui potrebbe seguire una semplice “quest dimostrativa”, organizzata attraverso il canale Bacheca quest, per dare al candidato la possibilità di dimostrare il proprio interesse e le proprie capacità di coinvolgimento, soprattutto la conoscenza dell’ambientazione e delle Razze di gioco. 

Attenzione: la gestione, in questo caso, avvisa che potrebbe non prendere in considerazione la richiesta qualora vi sia un surplus di Narratori.

• a seguito delle quest dimostrative, il Narratore entra in periodo di prova di due settimane (prorogabili in caso di carenze o problematiche a giocare, in questo periodo) e, durante questo lasso di tempo, non avrà tutti i permessi da Narratore ma solo i seguenti: scrivere azioni da Narratore in chat, inserire spunti in Eventi, Calendario, Bacheca quest (a partire dalla Bacheca Narratori). A seguito delle due settimane, quando avrà preso dimestichezza con le dinamiche Narratore ed approfondito eventualmente l’ambientazione, le razze ed i regolamenti, il Narratore diventa tale a tutti gli effetti e gli verranno sbloccati tutti i permessi nonché sarà associato ad un determinato regno;

• la gestione di Storie di Esperia ci tiene a sottolineare che è contraria alla valutazione pubblica ad personam degli aspiranti Narratori nonché delle performance dei giocatori stessi, prassi molto spesso comune in altri giochi della categoria. NON saranno, dunque, svolte valutazioni scritte pubblicamente in gioco o sul canale Discord ufficiale di Storie di Esperia. 

Tuttavia, qualora le carenze nel modo di scrivere e comunicare ma anche nella conoscenza dell'Ambientazione, delle razze e dei regolamenti siano gravi, la Gestione si arroga il diritto di porre un veto alla nomina di Narratore ed all'entrata nelle due settimane di prova. Si sottolinea che non vi saranno in alcun modo favoritismi e che il veto eventualmente dato sarà accompagnato da reali motivazioni che verranno spiegate privatamente all'aspirante Narratore. L'eventuale veto non preclude, in un secondo tempo, all'aspirante Narratore di riprovare, magari dopo aver preso maggior dimestichezza con il gioco e le sue dinamiche.

Qualora un aspirante Narratore o un giocatore risultino avere delle forti mancanze, delle lacune nella conoscenza del gioco e dei suoi regolamenti, sarà premura dello staff tutto aiutarlo ad integrarsi, nel miglior modo possibile. Tuttavia, così come Narratori e Amministratori prendono questo impegno nei confronti di costoro, anche da parte di aspiranti Narratori e giocatori dev’esserci la stessa volontà di migliorarsi e colmare le proprie lacune per l’esclusiva motivazione di vivere a pieno, essi stessi, l’esperienza ludica e far divertire il resto dell’utenza. 

 

3.7 Provvedimenti   

Se un Narratore fa uso dei Permessi attribuiti al suo account per favorire arbitrariamente giocatori (ad es. conferendo punti di sorta, oggetti, benefici) senza una motivazione reale e coerente legata al gioco ma solo in base a logiche esterne ad esso, la gestione può decidere se destituirlo dalla carica di Narratore immediatamente oppure procedere ad un ban temporaneo o definitivo dell’account Narratore in base alla gravità della contravvenzione avvenuta. 

Qualora il Narratore si sia reso protagonista di atti particolarmente gravi di cui al capitolo Regole generali e/o Regole giocatore, la gestione può decidere di procedere ad una esclusione definitiva dal corpo staff nonché ad un ban temporaneo o definitivo anche del suo account utente regolare. 

La gestione, per contravvenzioni più lievi, potrebbe decidere di limitarsi a sottrarre dall’account Narratore, o dal relativo account utente regolare, un tot di punti esperienza a seconda della violazione avvenuta oppure rifarsi sull’oggetto della violazione (attribuzioni di oggetti, punteggi, abilità, note, eventualmente attribuiti dal Narratore ai propri personaggi o a personaggi di altri giocatori, senza motivazioni Ongame).